CLIL

Il CLIL (Content and Language Integrated Learning) è un metodo previsto fin dal 1999 dal DPR n. 273; esso, all'articolo 4, punto 3, afferma che "possono essere programmati, anche sulla base degli interessi manifestati dagli alunni, percorsi formativi che coinvolgono più discipline e attività, nonchè insegnamenti in lingua straniera che possono riguardare discipline non linguistiche". Susccessivamente il testo della Riforma Gelmini ha accolto questo tipo di didattica prevedendo come obbligatoria per il quinto anno della Scuola Superiore la trattazione in lingua straniera di una materia non linguistica.

Il fine è quello di allineare la scuola italiana con quella europea, anche per favorire scambi quali quelli previsti dal Progetto Comenius. Naturalmente, infatti, il CLIL valorizza la funzione comunicativa della lingua straniera collegandone lo studio ad un contesto concreto e reale, stimola inoltre negli allievi l'interesse per il plurilinguismo, per la conoscenza e la comprensione di altre culture.

Per l'applicazione di tale medologia possono presentarsi diverse situazioni. In quella ottimale il docente della disciplina non linguistica conosce la lingua straniera e il docente di seconda lingua conosce almeno nelle sue linee generali la disciplina non linguistica coinvolta; in tale caso si verifica una piena autonomia fra insegnanti. In situazioni diverse, in cui uno dei due docenti non conosca la disciplina dell'altro, occorre che il lavoro in classe si svolga in compresenza.

Nella fase conclusiva di valutazione, viene richiesto agli allievi di trasformare in attività le conoscenze acquisite; un percorso tipico puo' essere il seguente:

  • vengono costituiti gruppi eterogenei di studenti col compito di preparare una lezione simulata su un argomento dato ;

  • ciascun gruppo lavora per la preparazione;

  • il risultato del lavoro viene esposto a tutta la classe;

  • uno studente di un altro gruppo racconta poi ciò che ha ascoltato e compreso.

E' evidente che nella valutazione avrà un peso determinante la capacità di elaborare in lingua straniera il tema assegnato e di esporlo reimpiegando lessico e strutture grammaticali conosciute.

Contatore visite

Oggi 305

Questa settimana 1261

Questo mese 4749

Totale 305413

Abbiamo 38 visitatori e nessun utente online